Ciao Attilio,
Mio figlio, ti ricorda bene, mi ha detto: “ogni volta che è morto qualcuno ci ha sempre lasciato un dono, chissà che bel dono ti arriva da lui?”. Da dieci giorni ricevo un mondo di doni giornalieri: dal saluto di persona al flusso di intuizioni e ispirazioni che raggruppo per tesaurizzarle, ai quindici anni di compagnia evolutiva.
Oggi resto a casa anche se avrei desiderato incontrare gli amici e colleghi che come me ti portano nel cuore. Processo da qui…Savona, il mio nuovo posto.

Attilio
Mi sono ricordata che una volta passeggiando a Fortunago, sulle colline pavesi, mi dicesti col sorriso:
“mi rispetti, se fai quello che senti”.

Grazie, Ti voglio bene anche quando mi eclisso.

 

(Attilio Piazza ispiratore di buon vivere e insegnante di Costellazioni e Comunicazione).